inforMARE Fun Magazine
   27 maggio 2018 15.34 GMT+2   




15 dicembre 2017

Nel 2018 sulle navi da crociera della flotta mondiale si imbarcheranno 27,2 milioni di persone (+5%)

Il prossimo anno le compagnie di navigazione prenderanno in consegna 27 nuove navi tra unità oceaniche, fluviali e speciali

Nel 2018 il numero di persone che in tutto il mondo effettueranno vacanze sulle navi da crociera salirà del 5% circa. Lo prevede la Cruise Lines International Association (CLIA), l'associazione internazionale delle compagnie crocieristiche, secondo cui il prossimo anno il numero di passeggeri salirà a 27,2 milioni rispetto ai 25,8 milioni di crocieristi stimati nel 2017. Nell'ultima edizione della propria pubblicazione sulle prospettive del settore crocieristico, la CLIA evidenzia che nel quinquennio 2011-2016 il numero dei crocieristi è aumentato del +20,5% e che il prossimo anno, per far fronte all'aumento della domanda, le compagnie prenderanno in consegna 27 nuove navi tra unità oceaniche, fluviali e speciali.

In particolare, alle 449 navi da crociera messe in campo quest'anno dalle compagnie di navigazione di tutto il mondo, nel 2018 si aggiungeranno 12 navi da crociera prese in consegna dalle compagnie Aida Cruises (nave AidaNova), Carnival Cruise Line (Carnival Horizon), Celebrity Cruises (Celebrity Edge), Holland America Line (Nieuw Statendam), MSC Cruises (MSC Seaview), Norwegian Cruise Line (Norwegian Bliss), Ponant Yacht Cruises and Expeditions (Le Laperouse e Le Champlain), Royal Caribbean International (Symphony of the Seas), Scenic Luxury Cruises and Tours (Scenic Eclipse), Seabourn (Seabourn Ovation) e TUI Cruises (Mein Schiff 1) e 15 navi da crociera fluviali prese in consegna dalle compagnie AmaWaterways (AmalLea), American Cruise Lines (America Song e American Constitution), Avalon Waterways (Avalon Saigon), Amadeus by Luftner (Amadeus Queen), CroisiEurope (Africa Dream II e Elbe Princesse I), Crystal Cruises (Crystal Debussy e Crystal Ravel), Pandaw River Expeditions (Sabei Pandaw), Riviera Travel River Cruises (Robert Burns e Douro Splendour), Tauck River Cruising (Treasures II e Esprit II) e Uniworld Boutique River Cruise Collection (S.S. Beatrice).

«È indubbio - ha rilevato il presidente e amministratore delegato della CLIA, Cindy D'Aoust - che l'industria delle crociere continui a percorrere una traiettoria di crescita, guadagnando interesse da parte dei consumatori e creando un impatto positivo sull'economia globale».

Presentando oggi la propria analisi sulle prospettive del settore crocieristico, l'associazione ha reso noto inoltre nel 2016, anno in cui il numero di crocieristi è stato di 24,7 milioni di unità, l'impatto che il settore delle crociere ha avuto sull'economia globale è risultato pari a 126 miliardi di dollari e che lo scorso anno l'industria crocieristica ha garantito l'occupazione a tempo pieno di oltre un milione di persone i cui stipendi sono ammontati ad un totale di 41,1 miliardi di dollari, in aumento rispetto agli anni precedenti.







Cerca altre notizie su


seleziona la rubrica
Tutte    
Notizie
Traghetti
Crociere
Guide
Luoghi
Aerei


seleziona la rubrica
Tutte    
Notizie
Porti
Turismo
Banche dati
Trasporto aereo
Autotrasporto


 
 Indice   
Prima pagina
Indice notizie



Supplemento di turismo, arte e cultura di
Piazza Matteotti 1/3 - 16123 Genova - ITALIA
tel.: 010.2462122, fax: 010.2516768, e-mail
Vietata la riproduzione, anche parziale, senza l'esplicito consenso dell'editore